L’Orchestra

8D4A837B-C426-48EE-BEA7-452DDDE622C2

BIOGRAFIA M° Simone Mezzapesa

CURRICULUM “ ASS. MUSICALE THE CRAZY BAND”

Nasce a Bitonto l‘8 giugno 1957. Scopre l’innata attitudine per la musica a solo 9 anni, quando sotto l’influenza del padre inizia a seguire le lezioni, dopo un anno suona già con la banda cittadina.
A 13 anni conosce ad una festa il famosissimo fisarmonicista Pino Di Modugno, il quale intravede in lui la figura di un bambino prodigio, e lo vorrebbe con sé per il suo tour nazionale, progetto che si attua soltanto tre anni più tardi per problemi legati alla sua giovanissima età.
Con Di Modugno, studia armonia, tecniche di improvvisazione, lezioni che lo avvicinano sempre di più al mondo della “Big Band”, per la quale scrive il primo arrangiamento a 17 anni, in Sicilia durante il tour con il musicista.
Quest’esperienza termina per problemi lavorativi a 23 anni, infatti Simone Mezzapesa è un impiegato delle poste italiane, con la smaniata passione per la composizione della musica, per la creazione di melodie nuove. Le sue abilità negli anni gli sono valse l’appellativo di Maestro, pur non essendo diplomato al conservatorio.
Nel 1984 diventa il direttore del “Concerto Bandistico T. Traetta”, un’esperienza che non gli giova e che abbandona dopo due anni, “i bandisti sono virtuose canaglie!” dice scherzando, citando Giuseppe Verdi.
Nel 1985 costituisce la “Bitonto Jazz Band”, che poco dopo diventa la “B-B-Band”, con l’intento di sfatare i grandi musicisti scettici sull’inarrestabile volontà e sul talento dei giovani e ci riesce disincantando tutti con un’orchestra di venti elementi: cinque sassofoni, cinque trombe, quattro tromboni e una sezione ritmica. Qui, ha inizio l’ascesa dell’orchestra, grazie alla quale conosce grandi impresari come Umberto Giarletti (l’attuale direttore del Palatour di Bitritto). In collaborazione con quest’ultimo, organizza il “Belvedere d’agosto”.
Nei primi anni novanta in collaborazione con l’insegnante Giuseppe Amendolara compone i primi musical: ’91 Nerone, ’92Cleopatra, ’93 Pinocchio.
Musiche arrangiate dal Maestro ed eseguite da “The crazy band”, nata in concomitanza con la B-B-Band nel 1985, composta da soli otto elementi per agevolare le economie dei richiedenti e che diventa anche la ragione sociale dell’orchestra.
Nel 1993 crea un festival canoro “L’ugola d’oro”, dove voci nuove cantano dal vivo accompagnati dall’orchestra, in tutti i principali comuni pugliesi. Per ogni tappa un vincitore, una giuria per ogni serata. Una novità che reca un inaspettato successo che si ripete per ben otto anni.
I componenti della B-B-Band sono ormai quasi tutti membri della banda cittadina, e Simone ritorna nel 1994 a dirigerla con una veste nuova e con un bagaglio di esperienza superiore. La nomina “Banda Cittadina Tommaso Traetta” che nel corso degli anni ha subito notevoli trasformazioni con una progressiva aspirazione verso la professionalità, con la quale il Maestro si è cimentato in grandi concerti come il “Melodramma”, dove sono state eseguite numerose arie tratte dalla Traviata, dalla Tosca e dall’Aida.
Nel Natale del 1995 per una scommessa con il rettore dei Santi Medici Don Ciccio Savino, il quale era scettico nel far eseguire concerti all’interno della Basilica, inventa i “Concerti di Natale” brani natalizi eseguiti e cantati dall’orchestra con l’integrazione delle colonne sonore dei più grandi film. Fu un successo, a metà concerto il rettore salì sull’altare e pronunciò l’omelia: “Simone, hai vinto tu!”.
Ormai sono più di dieci anni che come di routine questi concerti si ripetono in tutte le chiese pugliesi.
In occasione dell’inaugurazione del Teatro Tenda a Lauro (AV), presentata da Daniele Piombi, con la partecipazione anche dei New Trolls, Mariella Nava, Bennato e Carmen di Pietro, l’orchestra di Mezzapesa si esibisce dinanzi alle telecamere di Raiuno.
La vera ascesa inizia nel nuovo decennio, quello del 2000, quando Simone conosce Pino Tuccimei, che gli assegna un compito arduo: ri-arrangiare numerosi brani dei The Platters!
Ovviamente il maestro non si tira indietro, sbalordendo tutti per l’originalità degli arrangiamenti creati, tanto da guadagnarsi numerose tappe con lo storico gruppo statunitense: Roma, Cannes, Milano, Napoli, Catanzaro. L’inizio del millennio non poteva iniziare meglio, infatti “The Crazy Band” si esibisce a Roma in Piazza per salutare il vecchio anno con una performance davvero sensazionale.

Questo connubio diventa ormai indissolubile e tramite i The Platters, il maestro Mezzapesa dal 2004 tutti gli anni si esibisce con la B-B-Band , che intanto ha cambiato nuovamente il nome della band in “ la GRANDE ORCHESTRA ITALIANA di Simone Mezzapesa, a Torino, con diverse performance:
– 2004, manifestazione patrocinata dal comune di Torino, condotta da Federica Panicucci.
– 2005, al palaghiaccio per la chiusura delle Olimpiadi invernali voluta dal sindaco Chiamparino.
– 2006, al Teatro Alfieri organizza il grande concerto dedicato a Domenico Modugno, presentato da Paolo Limiti, con la presenza di Wilma Goich, Tony Dallara, Dino, Mirna Doris, e tanti altri.
– 2008, al Teatro Alfieri un nuovo concerto di Natale con i The 
– 2010, al Teatro Alfieri scrive più di venti arrangiamenti degli evergreen degli anni ’60 per “Storia di un Jukebox”, dove si esibiscono accompagnati dalla band tutti i più grandi cantanti dell’epoca Gianni Pettenati (Bandiera Gialla), Mario Tessuto (Lisa dagli occhi blu), Giuliano dei Notturni (Il Ballo di Simone), Nico Dei gabbiani (Parole), Viola Valentino (Comprami), Elisabetta Viviani (Heidi).
– 2011 stupisce tutta la popolazione, bitontina e non, costituendo il gruppo delle Majorette “ The Crazy Girls “ capitanate dalla maestra Veronica Visotti – venti ragazze che ballano , sfilano e danzano con i ragazzi della Banda Cittadina T. Traetta.

Per tornare alla tournée della orchestra nel 2011, 2012, si esibisce per il “Gran Concerto dell’anno” al locale Le Roi di TORINO in occasione del gran concerto di capodanno.

Altro evento importante presentato al Teatro Traetta di BITONTO nel dicembre 2012 e’ stato “ QUANDO LA MUSICA INCONTRA LA FIABA – musical di 15 fiabe della Walt Disney arrangiate per grande orchestra con balli e scenografie.
Il maestro è sempre un fiume in piena poiche’ nel 2013 costituisce the free band, una band itinerante di 15 elementi che eseguono musiche balcaniche, funky, soul, latin e rock. Il progetto ha tra le sue caratteristiche quella di far sempre accompagnare alla musica delle coreografie originali, per cui i musicisti mentre suonano, vanno in parade, cantano e ballano.
In occasione della Beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, Simone Mezzapesa ha dato un concerto in onore a Sua Santita’ intitolato “ CONFIDO IN TE “ scritto da Mons. MARCO FRISINA ed eseguito dalla BANDA CITTADINA T. TRAETTA nella chiesa del Crocifisso a Bitonto.

WORLD DANCE FESTIVAL 2014 AD UGENTO – LE –

L’obiettivo è creare uno spettacolo bello, coinvolgente per tutti – conclude Giovanni Nicoli, presidente onorario dell’Associazione Nazionale Maestri di Ballo, che sottolinea la presenza per la prima volta di una grande orchestra che suonerà dal vivo le musiche della gara -. La presenza della Grande Orchestra Italiana del maestro Simone Mezzapesa ci inorgoglisce particolarmente perché in Italia è una rarità assistere a spettacoli e competizioni di danza con un’orchestra dal vivo”.

IL 21 agosto 2014 altra serata con maestri di ballo in una piazza gremita a Giovinazzo sotto la lente della Celentano e di Nancy Berti. La grande orchestra italiana ha fatto ballare ballerini nazionali con i suoi ritmi frenetici di rumba, cha cha cha , samba e altro…la serata e’ stata allietata dal comico PINO CAMPAGNA.
E continuano le performance della GRANDE ORCHESTRA ITALIANA a Dicembre presso l’HOTEL MARINA di CASTELLO a Castelvolturno con il NAPLES OPEN CUP… gara mondiali di ballerini Standard e Latini. Consensi da parte di maestri di ballo di tutto il mondo…….ad maiora sempre.
Innumerevoli le esperienze di Simone Mezzapesa, e non ci stupiamo dell’ammirazione e del rispetto che provano per lui tutti i componenti della sua orchestra.

World dance festival 2015 con la prof Carolyn Smith E’ uno dei giudici del programma di Rai Uno «Ballando sotto le stelle»

Ritorna a grande richiesta LA GRANDE ORCHESTRA ITALIANA del m.tro MEZZAPESA Carolyn Smith

LECCE – Al «World dance festival 2015» di Ugento sarà presente Carolyn Smith, insegnante internazionale ma soprattutto nota al grande pubblico nel suo ruolo di giudice nel programma di Rai Uno «Ballando con le Stelle». Ad annunciarlo sono agli organizzatori della competizione internazionale di danza e ballo che si terrà al PalaOzan «Tiziano Manni» di Ugento dal 6 all’8 marzo. Alla manifestazione sono attesi anche altri ospiti, tra cui Veronica Peparini (coreografa e insegnante nel programma di Canale 5 Amici), Caterina Arzenton (campionessa del mondo Professionisti e Amatori), il direttore di gara Stefano Francia (presidente dell’Associazione Nazionale Maestri di Ballo), Giovanni Nicoli (presidente Fida), Fredy Franzutti (coreografo della compagnia Balletto del Sud), Nancy Berti (pluricampionessa italiana ed europea, e finalista ai campionati del mondo di show dance, attualmente coreografa ad Amici), Shorty (insegnante e ballerino internazionale di Hip Hop).